Fondo Nuove Competenze

Fondo Nuove Competenze

I primi 70 milioni di euro accreditati alle aziende il 18 gennaio. Sono coinvolti in questo fondo 53 mila lavoratori per oltre 5 milioni di ore di formazione.

Il Fondo Nuove Competenze è stato istituito dall’art. 88, comma 1, del decreto-legge n. 34 del 19 maggio 2020. L’obiettivo è quello di favorire la riqualificazione del capitale umano attraverso l’acquisizione di nuove competenze.
Il Fondo non si limita solo a questo obiettivo, vuole infatti essere anche un modo per aiutare economicamente le aziende alle prese con una crisi drammatica che hanno un grande bisogno di riposizionarsi sul mercato. L’emergenza Covid ha rivoluzionato tutto il mondo economico che ha dovuto rivedere i propri schemi, i processi produttivi, la domanda e l’offerta.

L’INPS aveva annunciato a fine novembre l’avvio delle operazioni di pagamento dei contributi del Fondo Nuove Competenze.

Si tratta di circa 70 milioni di euro, i primi stanziati in base alle 125 istanze accolte.

Gli importi spettanti alle aziende, saranno destinati alla copertura di 5 milioni di ore di formazione per 53mila lavoratori.

La misura si rivolge ai datori di lavoro privati che hanno stipulato entro il 31 dicembre 2020 gli accordi di rimodulazione dell’orario di lavoro dei propri lavoratori, motivati da nuove esigenze organizzative e produttive o dalla necessità di favorire percorsi di ricollocazione.

Si tratta in pratica di una anticipazione del 70% del costo del lavoro del personale coinvolto in corsi di formazione (avviso ANPAL del 4 novembre 2020), in base ad accordi collettivi stipulati dai datori di lavoro con le associazioni sindacali.

L’incentivo, comprensivo di contributi previdenziali e assistenziali, copre le ore di frequenza dei percorsi formativi.

Obiettivo:

L’obiettivo dello strumento è permettere alle imprese di realizzare specifiche intese di rimodulazione dell’orario di lavoro per mutate esigenze organizzative e produttive dell’azienda, in base alle quali una parte dell’orario di lavoro viene usata per percorsi formativi.

Il Fondo nuove competenze copre gli oneri relativi alle ore di formazione, comprensivi dei relativi contributi previdenziali e assistenziali e, grazie alle modifiche introdotte dal decreto Agosto, può essere utilizzato anche per favorire la realizzazione di percorsi di ricollocazione dei lavoratori.